Cessione Quinto CessioneQuinto-INPDAP.com finanza per soggetti INPDAP

pensionati inpdap

Prestiti INPS

 


Dal 6 dicembre, l’Inpdap non esiste più, è stato soppresso come previsto dalla Manovra Monti. Tutte le competenze dell’ente previdenziale dei pubblici dipendenti, come la gestione delle pensioni e i contributi, sono ora sotto la responsabilità dell’Inps. Si tratta di una notizia che ha fatto molto clamore sia per i dipendenti in generale, preoccupati di perdere eventuali loro documentazioni che per questioni pensionistiche.

I prestiti e i mutui erogati dall’Inpdap saranno gestiti dal INPS?



L’Inpdap, oltre la gestione previdenziale, erogava prestiti e mutui per i propri amministrati, grazie ad un fondo apposito creato con i contributi dei propri dipendenti e pensionati Inpdap. Al momento attuale non ci sono chiarimenti precisi su come sarà la procedura, dopo la soppressione dell’ente, per ottenere questa tipologia di finanziamenti. In alcune sedi Inpdap è stata già bloccata l’erogazione di mutui e prestiti . Non sappiamo per quanto tempo ne se sarà riattuivata l'erogazione tramite l'INPS.


Forse in un futuro immediato sarà l’Inps ad assumersi anche la responsabilità di erogare i finanziamenti per i dipendenti, che diventeranno prestiti Inps, oppure l’Inpdap manterrà gli organi interni necessari per quel che riguarda il credito.
In ogni caso, ci sembra opportuno ricordare che i prestiti Inpdap sono equivalenti alla nostra cessione del quinto, con gli stessi vantaggi e le stesse caratteristiche.


Caratteristiche Cessione del quinto


La cessione del quinto, come i prestiti Inpdap, è un prestito personale riservato a dipendenti pubblici e statali con un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Prevede un rimborso tramite la propria busta paga che viene effettuata direttamente dall’Amministrazione di Appartenenza e le rate di rimborso del prestito non possono superare la quinta parte dello stipendio netto del dipendente richiedente.


Principali vantaggi deei finanziamenti tramite cessione del quinto

  • Tasso d’interesse fisso
  • Rata di restituzione invariabile e inferiore ad un quinto dello stipendio/pensione
  • Da 48 a 120 mesi
  • Assicurazioni comprese ( rischio vita e impiego)
  • Anche con altri prestiti in corso
  • Motivazioni non richieste

 

 

Richiedi preventivo gratuito